Errore
  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

Ascoltando l'amore

Val Codera, Autunno 2016

D’alberi muschiate le cime
Si alzano acute tra celesti vapori

Velate si raccolgono per nascondere
Presenze che vengono dall’aldilà

Di schianto esplode il riccio
Della castagna cadendo dal ramo

Nel cimitero è tutto un richiamo
Di passate presenze intrise di guazza

È tempo di lasciare uscire i morti
In lenta processione dai sepolcri dei vivi

Cancellati dal tempo nostro ci parlano
Da un tempo più vero – ogni immagine

Reca scritto “più in là” – ogni rosa
Persiste accesa sul ramo come uno scrigno

E canta da un coro seminando luci
Nel solco negro dell’autunno

A rischiare il percorso boschivo.

Alfredo Tradigo

Monte Cornizzolo

Bianche sinuose ballerine le betulle
Scendono dalle falde del monte
Anime sospese tra la terra e il cielo
E vedono deltaplani salire
Mezzelune di luci e colori che cercano
Nei cerchi dell’aria la via del ritorno

Sui tronchi bianchi portano segni indiani
Neri alfabeti incisi sulla corteccia
Mentre in alto nel cielo estivo
Spume di nuvole montano vapori d’acqua
E tutti cercano in quella direzione
Un sole che al tramonto si lasci guardare
Riflesso arancione in una frittata sul lago

Intanto si accumulano bisbigli
Sotto le pergole intorno a un bicchiere
D’acqua e menta o birra e gassosa
Ciascuno racconta (e non mente) i suoi viaggi
In camper o a piedi sulle vie
Di una bellezza che ancora stasera
Ci sfugge di mano come un piccolo deltaplano
Che vola lontano nel tempo e quel filo
È la nostra vita legata a un gomitolo di cuore così

Alfredo Tradigo

Settembre

Settembre,

è tempo di sperare

un lavoro per tutti,

e la pace nel mondo.

La pace!

E’ tempo di ridare

dignità ad ogni uomo,

rispettare la vita.

L’estate

ha ubriacato tutti,

col chiasso delle spiagge,

le fughe e le evasioni.

Bussano

urgenze e chiedono

che siamo responsabili

e cittadini attivi.

Sopra noi,

passano nubi oscure:

è richiesto coraggio

se vogliamo salvarci.

Sperare,

riscoprire l’impegno,

dare senso alla vita,

costruire il futuro.

Riscatto

dal  pigro accomodarsi

lasciando fare agli altri;

di forti c’è bisogno:

uomini e donne veri.

Adele Delfino

Io sono perchè tu sei

“ E da allora sono perché tu sei,

e da allora sei, sono e siamo,

e per amore sarò, sarai, saremo.”

Pablo Neruda

Richiamo

Vieni, amore,

e conducimi per mano

verso le rondini.

I nostri passi

frusceranno sulla ghiaia

come ali d’uccelli

rasenti i muri:

senza rischiare.

E se ad ogni tramonto

i nostri voli,

saranno sempre gli stessi,

non per questo

perderemo

la frenesia di volare.

(Adele Delfino)

Seguici su...

Copyright