Errore
  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

  • Expected response code 200, got 403 Forbidden

    Forbidden

    Error 403

Breve storia - motivi di una scelta

Nel 2009, dopo la perdita del coniuge Dino Cusin, Adele Delfino con il lascito del marito costituisce la FondazioneEmmaus Dino Cusin, a coronamento dell’impegno da sempre dedicato ai giovani e alle attività educative.

Adele Delfino aveva fondato nel 1994 l’Associazione Emmaus di volontariato ONLUS (che aveva ricevuto nel 2010 attestato di benemerenza civica dal Comune di Milano), per attivarsi in collaborazione con gli enti pubblici e portare avanti la lunga esperienza nel campo dell'educazione orientata in senso cristiano e della promozione umana, perchè convinta che educando i giovani si ricostruisce la società.

Le attività culturali che Adele ha svolto dapprima in ambito scolastico, di oratorio e del tempo libero nei confronti dei ragazzi e dei giovani, sono state ampliate dall'Associazione (giornalini, spettacoli, filmati, giochi, sport, visite guidate a luoghi di notevole interesse artistico e paesaggistico, convegni, meeting, concerti, mostre, corsi, il sito internet, il notiziario "Il cammino di Emmaus", saggi, audiolibri, l'accoglienza e l'animazione di gruppi giovanili presso Casa Emmaus come partner della Fondazione Emmaus, proprietaria delle strutture situate a Maccagno sulla riva lombarda del Lago Maggiore provincia di Varese.

Oggi Fondazione e Associazione collaborano sovente in partenariato con il fine di promuovere la persona umana e contribuire alla sua piena realizzazione. L'Associazione Emmaus ritiene che, in questo nostro tempo, emerga un grande bisogno di "educazione" per recuperare alcuni valori della nostra identità, nobili ma smarriti, e orientare i giovani a non massificare il pensiero ma imparare a discernere con libertà e criticità; a esercitare con sacrificio la volontà, attivasi nell'impegno operoso mettendo a frutto la loro energia inesauribile, educarsi per poter diventare capaci di educare, esercitarsi a condividere con gli altri ciò che siamo e ciò che possediamo.

Utilizziamo il web come canale di comunicazione, per offrire anche il nostro contributo all'evangelizzazione della cultura.

Siamo consapevoli delle difficoltà: i media con alcuni loro programmi disorientano le persone, in particolare le fasce giovanili, quasi istigandole al nichilismo o a scelte e a comportamenti ben lontani dal Vangelo. Per questo,  intendiamo proseguire in questo impegno. Ci piace ricordare una frase con cui il Card. Camillo Ruini sottolineava l’importanza dell’opera  educativa “Abbiamo bisogno di educazione, non tanto per essere buoni cittadini o buoni cattolici, ma semplicemente per essere uomini”.

Una figura di riferimento importante per noi è quella di San Giovanni Bosco, col suo metodo educativo “preventivo”, convinti che sia meglio prevenire che curare.

Intendiamo dialogare con semplicità con tutte le persone e tutte le culture. Tendiamo a seguire la linea del cuore, della poesia, della bellezza,  certi che l’amore eleva, costruisce, trasforma; certi che Dio ama tutti  e desidera  entrare in contatto con ogni  persona, credente o non credente, scettica o in ricerca, poiché la verità e il bene albergano nella coscienza di ogni uomo sincero.

Ci siamo dati il nome “Emmaus” rifacendoci all’episodio che narra la Sacra Scrittura, in cui due discepoli dubbiosi, in cammino verso Emmaus, si accompagnavano inconsapevolmente a Gesù che li ammaestrò e infine lo riconobbero allo spezzare del pane. Ci piace sottolineare che è nel momento della convivialità che vi è stato l’incontro tra Dio e l’uomo.

Con l’istituzione dell’ Eucaristia, Gesù ha inteso insegnarci a con-dividere, a farci pane, farci dono, essere luce riflessa del Dio amore, Padre di tutti.

Seguici su...

Copyright